keyboard_arrow_up

Sanremo 2019: cachet presentatori, ospiti e quando andrà in onda

Pubblicato il 10 Gennaio 2019 alle 09:49

da Ilaria Roncone

Quando comincia Sanremo 2019 e quale sarà il cachet di conduttori ed ospiti? Scopriamo insieme ciò che finora si sa della 69esima edizione del Festival di Sanremo.

Sanremo 2019: cachet presentatori, ospiti e quando andrà in onda

Il “festival dell’armonia”: così lo ha definito Claudio Baglioni nella prima conferenza stampa ufficiale del Festival di Sanremo 2019 mercoledì 9 gennaio. Confermato come direttore artistico del festival, quest’anno Baglioni sarà affiancato da Virginia Raffaele e Claudio Bisio. Confermati o in attesa di conferma una serie di ospiti, per lo più italiani, anche se non sono da escludere le sorprese, come ha spiegato Baglioni: “Il Festival di Sanremo non è mai stato una trasmissione tv, ma un evento e deve avere un carattere di sorpresa e straordinarietà”.
Ma quali saranno i costi del Festival di Sanremo 2019? Ancora se ne sa poco, ma già la gente inizia a chiedersi a quanto ammonterà il cachet dei conduttori, considerato che pare che quest’anno sarà più alto dello scorso anno. Vediamo insieme tutto quello che sappiamo sui costi del Festival di Sanremo 2019.

Sanremo 2019, tutte le spese: compenso conduttori e ospiti

Lo scorso anno la Rai ha sborsato complessivamente 1 milione e 300 mila euro per il compenso dei tre conduttori, più tutti i soldi per gli ospiti.
Nella conferenza stampa di mercoledì 9 gennaio sono stati anticipati molti dei meccanismi che domineranno questo Sanremo, con Baglioni che ha parlato - ma non troppo - di quello che ci dobbiamo aspettare, accennando sicuramente a grandi sorprese adatte a un evento del calibro di Sanremo. Il conduttore ha ribattezzato il Festival di Sanremo 2019 come il festival dell’armonia: “L’anno scorso era il Festival dell’immaginazione, quest’anno sarà quello dell’armonia. Sarà l’edizione numero 69, un numero che richiama la simmetria, lo yin e lo yang, l’avvicinamento degli opposti, che insieme formano l’accordo”.
Al fianco di Baglioni quest’anno ci saranno due co-conduttori che sono stati in passato entrambi ospiti del Festival, Claudio Bisio e Virginia Raffaele. I due comici sostituiscono Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, protagonisti della scorsa edizione, che dovrebbero essere presenti all’inizio della prima serata per un passaggio di consegne simbolico ai due nuovi co-conduttori.
Ma quanto guadagneranno i tre big conduttori del Festival di Snremo 2019?
Per ora non ci sono ancora cifre precise, si sa solo che il costo complessivo dei cachet dovrebbe aumentare per via del fatto che Claudio Baglioni avrebbe ottenuto un aumento di compenso per condurre nuovamente il festival da direttore artistico.
Parlando dei dati relativi allo scorso anno, il festival ha toccato un picco di share del 58,3%, rivelandosi un successo per quanto riguarda i guadagni a monte di ciò che viene investito: parliamo infatti di un evento che, seppure tra le polemiche dei cittadini, ha visto investiti 16,4 milioni di euro, ha riportato a casa 26 milioni di euro, segnando un guadagno pari ad oltre 9 milioni di euro grazie soprattutto alla sponsorizzazione targata TIM.
Le persone che maggiormente vengono accusate per i cachet da capogiro sono proprio i conduttori, che guadagnano centinaia di migliaia di euro per poche sere di lavoro, a detta del pubblico, che spesso non considera il lavoro che di preparazione dietro le quinte.
Sicuramente i cachet di Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio faranno discutere tanto quanto hanno fatto discutere quelli di Michelle Hunziker (400mila euro), Pierfrancesco Favino (300mila euro) e lo stesso Claudio Baglioni (600mila euro) nella scorsa edizione.
Quest’anno si parla delle stesse cifre: il cachet di Claudio Bisio per Sanremo dovrebbe essere 400mila euro, il cachet di Virginia Raffaele per Sanremo dovrebbe essere 300mila euro mentre quello di Baglioni, secondo diverse fonti, dovrebbe subire un aumento in virtù del grande successo segnato dall’edizione di Sanremo 2018. Si parlerebbe, per il direttore artistico, addirittura di 800mila euro di cachet.
Durante la conferenza stampa si è parlato anche dei costi complessivi del festival: “Negli ultimi 10 anni c’è stata una notevole diminuzione della spesa senza che ci sia stato un calo della qualità del prodotto. Il costo ha una voce fissa, la convenzione con il comune, e i costi vivi di ogni anno. Questi ultimi girano attorno ai 12 milioni di euro. I ricavi, ritengo e spero che possano raggiungere il doppio. O, probabilmente, anche al record”.
Per quanto riguarda il compenso degli ospiti, invece, si parli di cifre che vanno dai 20mila ai 50mila euro a testa, ma cifre più precise si avranno solo una volta confermata l’identità degli ospiti. I big in gara, invece, dovrebbero percepire i soliti 40mila euro come rimborso spese per la partecipazione.


ARGOMENTI: Festival di Sanremo