keyboard_arrow_up

Perché Favino ha detto "gnigni" a Sanremo?

Pubblicato il 7 Febbraio 2018 alle 16:11

da Serena Bernardelli

Perché Favino ha detto gnigni a Sanremo? I The Jackal colpiscono ancora e conquistano il palco dell’Ariston con la parola disturbatrice.

Perché Favino ha detto

Perché Favino ha detto gnigni a Sanremo? E’ sembrato piuttosto insolito che l’attore e conduttore della sessantottesima edizione del Festival della Canzone Italiana avesse pronunciato la parola gnigni inserendola in un discorso e facendo ridere il pubblico.

Ma cosa vuol dire gnigni? Dietro questa parola nonsense si nasconde l’Operazione Sanremo messa in atto dai The Jackal che quest’anno scelgono gnigni come parola disturbatrice.

Dopo il successo dello scorso anno, con la parola termostato che pronunciarono anche Maria De Filippi e Carlo Conti, i The Jackal tornano alla riscossa con gnigni che non vuol dire niente. “Niente, però fa ridere”.

I The Jackal non sono stati gli unici a invadere il palco dell’Ariston: la Gialappa’s Band li ha preceduti di almeno un decennio con l’indimenticabile Svolta Rock di Sergio Cammariere, un’espressione coniata con lo zampino di Gianmarco Tognazzi e portata sul palco dell’Ariston proprio dalla Gialappa’s.

Perché Favino ha detto gnigni a Sanremo? L’operazione Sanremo dei The Jackel

Se i The Jackal non hanno inventato la parola disturbatrice di Sanremo, hanno però messo su un’operazione mediatica attraverso il web.

I The Jackal hanno aggiunto il loro marchio di fabbrica ossia i video virali.
E in occasione della prima puntata del Festival di Sanremo hanno lanciato il primo video di quella che sarà una vera e proprio web serie: Operazione Sanremo.

Nel video, che dopo pochi secondi è diventato virale sui social, Favino viene rapito dai The Jackal che gli rivelano il loro piano, ossia sostituire il conduttore con il più bello di loro, Fru, per prendere possesso del palco di Sanremo grazie alla partecipazione passiva.

Favino chiede loro quale sarebbe il messaggio che vogliono portare sul palco dell’Ariston, e gli viene risposto che il messaggio è gnigni, che non vuol dire nulla ma fa ridere. E farà ridere davvero? La cosa certa è che avendo l’appoggio di uno dei conduttori per i The Jackal l’operazione sarà piuttosto facile.

Infatti già durante la prima puntata Favino ha pronunciato la parola disturbatrice per ben due volte, mentre faceva il verso a Michelle Hunziker con la quale ha fatto finta di litigare in una gag.


ARGOMENTI: Festival di Sanremo