keyboard_arrow_up

Ermal Meta contro l’omofobia: il concerto a Roma in luglio

Pubblicato il 5 Marzo 2018 alle 17:31

da Alessia Lei

Ermal Meta lancia un messaggio su twitter contro l’omofobia, uno dei temi a lui più cari. L’attenzione dei suoi fan però si concentra sempre di più sul suo concerto a Roma, il prossimo 5 luglio.

Ermal Meta contro l’omofobia: il concerto a Roma in luglio

Ermal Meta ha lanciato un chiaro messaggio contro l’omofobia rispondendo al commento di un utente su twitter. Sappiamo che temi di attualità come questo sono molto cari al cantante che, infatti, non è la prima volta che esprime la sua opinione in merito.

In questo momento però l’attenzione dei fan si concentra sull’annuncio della prossima data a Roma del cantante italo-albanese. L’artista infatti porterà nelle piazze e nei palazzetti della capitale il suo nuovo album, dal titolo ’’Non abbiamo armi’’. Il concerto si terrà il prossimo 5 luglio alle ore 21.00 al Foro Italiaco per Il Centrale Live.

Sulla sua pagina di Instagram, Ermal Meta, oltre che al suo messaggio contro l’omofobia, ha deciso di mandare un segnale preciso a tutti i suoi fan: vuole commuovere ancora una volta il pubblico e riuscire a condividere le sue emozioni insieme a molte persone.
La vittoria del Festival di Sanremo 2018 insieme a Fabrizio Moro con il singolo ’’Non mi avete fatto niente’’ ha solo aumentato la sua notorietà, perché già da qualche anno Ermal Meta è uno degli artisti giovani in rampa di lancio più seguiti.
Ora è giunto il momento di compiere un salto di qualità e finalmente il cantante si sente pronto.

Ermal Meta lancia un messaggio contro l’omofobia

Tutti sanno quanto temi come questo siano cari al cantante, che lo rende più che noto anche nel singolo con Fabrizio Moro "Non mi avete fatto niente".
Ermal Meta ha deciso infatti di lanciare un messaggio contro l’omofobia, rispondendo ad un commento su twitter.

L’utente in questione infatti ha scritto : "C’è una larga fetta del genere umano che fa letteralmente schifo #omofobia #stopomofobia #domenicalive", chiamando in causa la vicenda del padre di un 14enne che ha ucciso il proprio figlio in quanto omosessuale.

La risposta di Ermal Meta contro l’omofobia e il forte messaggio di questo utente è stata chiara: "L’omosessualità così come la cultura mettono in discussione un ordine incancrenito delle cose. Nel medioevo si mandavano a morte coloro che dicevano che la terra non fosse piatta, oggi si ammazza un ragazzo perché è gay. L’amore, come l’ignoranza, ha molte forme. Rispetta. Vivi".