keyboard_arrow_up

Trono di Spade 8, Emilia Clarke: "Ultime scene di Daenerys memorabili"

Pubblicato il 28 Maggio 2018 alle 16:41

da Marco Tarantino

Trono di Spade 8, Emilia Clarke ha confessato dopo aver girato le ultime scene di Daenerys che saranno memorabili

Trono di Spade 8, Emilia Clarke:

Ultima stagione, fine di tutto: il Trono di Spade 8 con Emilia Clarke protagonista nei panni di Daenerys arriva alla sua naturale conclusione. Uno degli eventi più attesi del 2018, fiato sospeso ed intanto le riprese sono arrivate al termine.

Proprio Emilia Clarke ha parlato delle scene finali del suo personaggio, ed ha dato degli indizi piuttosto velati su quello che potrebbe essere il finale, la conclusione del Trono di Spade 8. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate a Vanity Fair poco dopo aver concluso appunto le riprese.

Trono di Spade 8, Emilia Clarke: le sue parole

Emilia Clarke è concentrata sul finale del Trono di Spade 8, poco dopo le riprese della serie tv, ha rilasciato una intervista a Vanity fair in cui si racconta, il suo personaggio, il suo ruolo, e il finale ovviamente con il ricordo che avranno i fan di Daenerys, la regina dei draghi.

"Il finale? Mi ha sconvolta assolutamente saper che per qualcuno quello sarebbe stato l’ultimo ricordo di Daenerys…Le ultime scene di Daenerys saranno memorabili, non so dirvi se in positivo o in negativo. Faccio un sacco di caz***e strane" Queste le sue dichiarazioni principali sul Trono di Spade.

Poi Emilia Clarke ha continuato su un argomento delicato come chi chiama la propria figlia Khaleesi: "È una pazzia. Voglio dire, come intendi abbreviarlo? Dovrei pensarci bene, è uno scioglilingua pronunciare quel nome" ai microfoni della BBC.

Infine ha commentato il ruolo delle donne nelle sue serie e film ma anche di Los Angeles: "Sono inglese, ho bisogno di una città intorno a me, mi capita di sentirmi spesso fuoriposto a Los Angeles e, poi, detesto i tappeti rossi. Per non sentirmi troppo estranea a L.A. ho acquistato un appartamento molto bohemian a Venice, il distretto degli artisti sul Pacifico e il primo poster che ho appeso in bagno è stato quello della Torre di Londra e ho un orologio che mi ricorda il suono del Big Ben. Come mi sento come donna? Anche le donne hanno un certo peso in Solo: A Star Wars Story e io sono fierissima di essere una delle protagoniste femminili"